Consigli utili

La dieta per un celiaco viene in genere seguita da un dietologo, che quindi assicura un’alimentazione bilanciata con tutti i nutrienti indispensabili per stare in salute. Escludere dalla dieta il glutine, e quindi grano, orzo, segale, farro, avena e cereali simili, condiziona le scelte alimentari e le abitudini quotidiane. Tuttavia alla base rimangono le regole di una alimentazione sana e i principi della dieta mediterranea, rappresentati da cereali privi di glutine ma comunque anche da legumi, frutta, ortaggi, pesce, carne e olio di oliva.

Fare la spesa
Controllare sempre e attentamente gli ingredienti dei cibi confezionati : possono indicare la presenza di glutine: addensanti, emulsionanti, stabilizzanti, proteine vegetali, amidi controindicati, amidi non specificati, malto, germe di grano, fibra alimentare, lieviti naturali, estratto di malto o di caffè. I prodotti dietetici privi di glutine in commercio hanno il simbolo della spiga barrata e il simbolo di autorizzazione alla produzione rilasciato dal ministero della salute.

Mangiare fuori casa

Preferire locali informati ed organizzati a somministrare pasti senza glutine ma ci si puo’ anche accordare con il cuoco di un locale di propria fiducia sulla somministrazione degli alimenti senza glutine.
Poi ci sono comportamenti che dobbiamo tenere perché non ci sia contaminazione tra il cibo senza glutine e quello tradizionale dei componenti della famiglia.

Pane – Attenzione a dove lo si taglia….raccogliere le briciole e ripulire cercando di limitare la zona del taglio senza far cadere le briciole dentro cassetti o vicino ai piatti. Per quello senza glutine è preferibile avere uno spazio dedicato per non incrociare i momenti di taglio.

Barattoli in genere…. marmellata, cioccolata, maionese e salse varie….meglio avere un barottolo riservato a chi è celiaco…oppure prelevare il contenuto con un cucchiaio ed appoggiarlo su un piatto e non direttamente sul pane.

Forno Si puo’ utilizzare lo stesso forno di cottura avendo l’accortezza di appoggiare il prodotto senza glutine su un vassoio o della carta da forno….

Affettati Quelli confezionati sono un attimo piu’ sicuri ma se non vogliamo rinunciare al taglio fresco bastano poche accortezze per farselo tagliare dal salumiere….(chiedere di lavarsi le mani o di prelevare le fette con una pinza….)

Pentole Se vengono ben lavate o addirittura messe in lavastoviglie si possono usare anche le stesse….lo scolapasta sarebbe meglio averlo dedicato.

Fritto Chiaramente non si frigge nello stesso olio di frittura….Consiglio….friggere le cose senza glutine poi quelle tradizionali….

Acqua di cottura non utilizzare l’acqua di cottura di alimenti contenenti glutine.

Superfici non appoggiare il cibo senza glutine su superfici contaminate da alimenti contenenti glutine….

Infine..….non vergognarsi mai di chiedere e di riferire il proprio stato di “celiaci”…..più se ne parla più ci sarà interesse a trovare delle soluzioni per migliorare la nostra condizione di celiaci….

Se possiamo, cerchiamo di non “sgarrare” mai…..tutti i sacrifici si perdono in un attimo….non ne vale la pena!